Mediobanca, 9 mesi record per utile (+11%) e ricavi (+8,6%)

Regolare Commento Stampare

Sei alla ricerca di segnali di trading che siano profittevoli? "Siamo avanti di un anno e quindi dobbiamo mantenere questo tipo di traiettoria nei prossimi 12-18 mesi", ha detto Nagel in un briefing telefonico. L'utile netto è salito a 681,9 milioni di euro, con un incremento dell'11,1% rispetto ai primi nove mesi dello scorso esercizio (il consensus stimava 660 mln di utile).

A fine marzo gli impieghi a clientela erano pari a 40,2 miliardi, in aumento dai 39,6 miliardi di 3 mesi prima.

Il Cet1 è risultato in crescita di 100 punti base al 13,9%.

Le sofferenze nette sono salite invece a 144,1 milioni, lo 0,4% (sostanzialmente stabile) del totale impieghi. Alla voce non concorrono gli impieghi NPL in carico a MBCredit Solutions, il cui stock nel trimestre è lievemente aumentato da 267,8 a 272,3 milioni; la raccolta cresce da 47,4 a 48,3 miliardi per l'emissione di cinque prestiti obbligazionari di cui 500 milioni ex cartolarizzazione Futuro (cessione del quinto) e 600 milioni in divisa; in crescita i depositi retail di CheBanca!

Mediobanca, primo azionista di Generali con il 13%, conferma l'obiettivo di smobilizzare entro il giugno del 2019 una quota del 3% della compagnia di assicurazioni. Il Total Capital ratio passa dal 16,2% al 17,3%.

Il risultato, spiega un comunicato, riflette il progressivo consolidamento delle acquisizioni nel Wealth Management, nonché il buon andamento di tutte le altre divisioni, in particolare del Consumer Banking. Cresce la raccolta netta del wealth management.