Facebook, Zuckerberg e blockchain: le cose da sapere per gli utenti Video

Regolare Commento Stampare

Dopo un lungo periodo di stabile attività una ventata di cambiamento ci sta tutta per rinfrescare la società. Questo è qualcosa che il social network ha preso in considerazione prima, ma alla luce degli eventi recenti, tra cui la testimonianza del congresso del co-fondatore e CEO Mark Zuckerberg, i tempi ora sembrano propizi.

"Dopo quasi quattro anni incredibilmente appaganti alla guida di Messenger, ho deciso che è arrivato il momento di affrontare una nuova sfida". Uscire, eventualmente, indenni da una vicenda che ha destato scalpore a livello mondiale come quella relativa alla questione Cambridge Analytica rappresenterebbe una prova di forza non da poco per quello che resta il più popolare tra i social network. La squadra sarà guidata da David Marcus, in precedenza alla guida di Messenger. Il chief product officer, Chris Cox, e' stato promosso alla supervisione di tutte le app del gruppo.

Oltre a Marcus il team, che inizialmente conterà appena una manciata di persone, sarà composto anche dal vicepresidente Engineering di Instagram, James Everingham, e dal vicepresidente Product di Instagram, Kevin Weil. "Sto creando un piccolo gruppo per esplorare come sfruttare al meglio la blockchain su Facebook, partendo da zero". In questi giorni anche Facebook non funziona molto bene. Una scelta ragionata quella di Zuckeberg visto che Marcus ha un posto nel board di Coinbase, una delle più importanti piattaforme di scambio di criptomonete ed è entrato a far parte del team Facebook nel 2014 dopo aver lavorato a PayPal. Non è chiaro se la funzionalità sarà come Bitmoji e richiederà quindi all'utente di assemblare il proprio avatar online o se Facebook integrerà la sua nuova tecnologia di riconoscimento facciale, anche se quest'ultimo percorso sarebbe un modo pratico per il sito per attirare gli utenti a utilizzare una funzione molto critica per i sostenitori della privacy. Ad esempio, per lo storage crittografato dei dati. Vero è che il background di Marcus nel settore fintech lascia spazio a un'ipotesi sull'uso di queste tecnologie per effettuare pagamenti tramite app. Senza dimenticare che era soltanto lo scorso gennaio quando la società di Zuckeberg aveva messo al bando pubblicità legate a criptovalute e a ICO, offerte iniziali di valuta, per il rischio di truffe.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Sei alla ricerca di segnali di trading che siano profittevoli?