De Magistris: "Diffamati da De Laurentiis, si scusi e pensi alla squadra"

Regolare Commento Stampare

Il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha parlato con la stampa presente a Palazzo San Giacomo ed ha fatto riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis durante la presentazione del ritiro del Napoli in Trentino a Dimaro.

Dopo l'assessore allo Sport Ciro Borriello, anche il sindaco Luigi De Magistris risponde all'attacco di De Laurentiissulla gestione del San Paolo e sui prossimi lavori di ristrutturazione. Ma io ti 'ammazzo', gli ho detto, vuoi farli quando c'e' la Champions e penalizzare il tifoso chiudendo settori? E' un unico concerto del 7 giugno per Pino Daniele che non incide sui lavori e non c'entra mio fratello.

"Ogni volta che il presidente De Laurentiis non sa cosa dire esercita l'insulto verbale nei confronti nostri. E questo spiace davvero perché riteniamo che in questo momento la città di tutto abbia bisogno, tranne che del rancore, della volontà di dividere e di non contribuire a portare a casa risultati storici per la città". De Magistris si fa poi duro: "Se qualcuno - aggiunge - con le sue condotte ha anche l'obiettivo di non raggiungere questo risultato, altri binari non ne abbiamo e in quel caso si perdera' il finanziamento". Noi continueremo nella nostra azione perche' amiamo la citta', la squadra, lo stadio San Paolo e non possiamo piu' vederlo cosi'. Non dico che ci saremmo aspettati l'applauso da parte del presidente del Napoli, ma mi aspetto di leggere domani le sue scuse.

Il Comune di Napoli è l'unico comune d'Italia che sta trovando le risorse per ristrutturarlo, ci saremmo augurati non dico il plauso del presidente ma quantomeno che non si mettesse di traverso.