Catania, spaccio di droga e furti: 16 provvedimenti cautelari

Regolare Commento Stampare

Le indagini, coordinate dalla Procura di Caltagirone, hanno consentito di ricostruire l'organigramma del sodalizio malavitoso e di individuarne i capi e gregari.

In particolare è emerso che l'attività criminale produceva un ingente volume di affari attraverso un sistema di gestione dell'attività di spaccio di cocaina e marijuana che gli investigatori sono riusciti a decifrare, ma anche attraverso i furti nei negozi e nelle case.

Sgominata un'organizzazione formata da 16 persone dedita allo spaccio di droga e ai furti nelle abitazioni e nelle attività commerciali. Ai domiciliari sono stati posti Annalisa Messina, di 32 anni, Nicolo' Felice, di 21, Carmelo Messina, di 23, Tonino La Rocca, di 27, Givoanni Franco Persico, di 51, Massimo Manenti, di 43, Raffaele Renna, di 34, Salvatore Meli, di 38, ed Ivan Sebastiano Zuccarello di 27.

Il provvedimento scaturisce dalle risultanze dall'indagine "Dalton", condotta dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Caltagirone tra il mese di settembre 2015 ed il mese di maggio 2016, periodo in cui a Caltagiirone si era registrata una recrudescenza di fenomeni delittuosi particolarmente efferati.

I sedici arrestati sono di Grammichele, Caltagirone, Vizzini e Milano. Diverse sono invece le ipotesi contestate di detenzione e spaccio di marijuana, hashish e cocaina nei comuni di Grammichele, Vizzini, Palagonia e Caltagirone, attraverso le quali è stato possibile definire la struttura e i ruoli dei membri. Nel coso dell'inchiesta sono stati eseguiti un fermo per quattro persone ritenute responsabili di ricettazione e rapina ai danni di un anziano nell'agro di Licodia Eubea; un arresto in flagranza per furto aggravato di materiale edile all'interno di un'abitazione in Grammichele, un fermo a carico di 5 persone che secondo l'accusa pianificavano un omicidio a Grammichele per frizioni legate alla gestione delle attività di spaccio; un ulteriore provvedimento restrittivo a carico di tre soggetti per una rapina pluriaggravata ai danni di una coppia di anziani coniugi di Grammichele.