Windows 10 è stato installato su oltre 700 milioni di dispositivi 3

Regolare Commento Stampare

A Build 2018, la conferenza Microsoft dedicata agli sviluppatori, sono state presentate tecnologie e strumenti per consentire ai developer di offrire app e servizi pronti per l'AI e ha annunciato il progetto AI for Accessibility, un programma quinquennale da 25 milioni di dollari destinato a valorizzare le possibilità offerte dall'AI, capitalizzando quanto maturato con l'iniziativa Ai for Earth, attraverso contributi, investimenti in tecnologia e competenze e l'introduzione nei servizi cloud dell'azienda novità a livello di accessibilità.

"Siamo nell'era dell'intelligent cloud e dell'intelligent edge", ha dichiarato Satya Nadella, CEO di Microsoft.

Nuove potenzialità sono rivolte ai dispositivi smart che, secondo le previsioni, nel 2020 dovrebbero superare i 20 miliardi di unità. "Si tratta - spiega Microsoft in una nota - del primo Azure Cognitive Service a supportare lo sviluppo dell'edge e nei prossimi mesi se ne aggiungeranno altri a d Azure IoT Edge".

Con questo modello di revenue share più aggressivo, Microsoft spera naturalmente di incentivare gli sviluppatori a creare applicazioni di qualità per tutti gli ecosistemi Windows Based: dai PC (Window 10 e Windows 8.x) ai telefonini (Windows 8.x), dai dispositivi Surface ai visori per la "mixed reality". Project Kinect for Azure non sarà lanciato come prodotto commerciale ma resterà per il momento una soluzione appannaggio degli sviluppatori e dei maker. Sul versante commerciale inoltre Dji e Microsoft svilupperanno soluzioni congiunte basate su Azure Iot Edge e sui servizi AI di Microsoft al fine di aprire nuovi scenari in settori quali l'agricoltura, l'edilizia, la sicurezza pubblica.

Microsoft apre Azure IoT Edge Runtime alla comunità open source, consentendo agli utenti di modificare, effettuare il debug e avere maggiore trasparenza e controllo sulle applicazioni edge.

Intelligenza artificiale, il ritorno di Kinect e due collaborazioni di spessore.

Nella cornice delle sperienze nulti sensoriali e multi device, che abilitano soluzioni di realtà mista, oltre a Project Kinect for Azure la casa di Redmond ha presentato anche Microsoft Remote Assist (videoconferenze in vivavoce e in sovraimpressione, condividendo immagini e annotazioni di realtà mista) e Microsoft Layout per progettare spazi in contesti di realtà mista. Gli sviluppatori potranno realizzare soluzioni che impiegano i servizi di Azure Machine Learning, sfruttando l'accelerazione hardware garantita dalla piattaforma Vision Intelligence e dal motore AI di Qualcomm.