Terremoto: scossa nettamente avvertita in parte del centro Italia. Dati ufficiali

Regolare Commento Stampare

Insieme allo sciame sismico che resta al Centro Italia tra le Marche, il Lazio e l'Abruzzo, oltre all'Umbria, sono altre le zone sismiche "attive" in questa giornata, senza episodi di forte rilevanza va detto. I Comuni più vicini coinvolti sono quelli di Castorano, Castel di Lama, Offida e Colli del Tronto, tutti nel raggio di cinque chilometri. Il terremoto, manifestatosi a profondità di 28 chilometri, avrebbe come epicentro Appignano del Tronto. Al momento non risultano chiamate ai vigili del fuoco e alla Protezione civile per richiesta di informazioni o segnalazione di danni. In quell'occasione era stata messa in sicurezza una chiesa.

E circa un'ora e mezza (alle19.59) dopo la paura si diffonde anche nel vicino Maceratese: una scossa di magnitudo 3.0 è stata infatti registrata anche a Pieve Torina con una profondità decisamente inferiore, nove chilometri. Si tratta comunque di un'area ad alta intensità sismica e si ricorda un terremoto negli anni '40. Non si hanno notizie di danni dovuti alla scossa.