De Laurentiis scrive a Cantone: pressing per i lavori al San Paolo

Regolare Commento Stampare

Stando a quanto riferisce il Mattino, la commissione tecnica della Federazione Internazionale Sport Universitari, ha chiesto un maxischermo per lo stadio San Paolo che potrebbe essere mobile o permanente. Durante tutta la mattinata di ieri gli ispettori hanno portato piccole modifiche al progetto ma, alla fine, hanno dato il proprio via libera ai lavori. Il porto, il villaggio olimpico alla mostra d'Oltremare, ora un nuovo fronte San Paolo.

Per questo paventa il rischio di una concomitanza tra i lavori e gli impegni sportivi di una stagione che parte ad agosto. In realtà all' autorità anticorruzione sono fortemente irritati per le decisioni del prefetto Latella che ha scelto le procedure semplificate solo per il rifacimento della pista di atletica e non per gli altri interventi nello stadio con il rischio di dover chiudere il San Paolo durante il campionato o la Champions. Preoccupazioni che Cantone ha recepito scrivendo a sua volta al commissario per le Universiadi Luisa Latella per sapere quali siano i tempi previsti per la sistemazione della pista di atletica, la riqualificazione degli impianti (in particolare quello di illuminazione) e la sostituzione dei sediolini. C'è preoccupazione che alcuni di questi interventi possano interferire con l'avvio della prossima stagione agonistica: non a caso il Napoli ha nuovamente indicato il Barbera di Palermo come stadio per ottenere la licenza UEFA per la prossima Champions League. "Noi abbiamo solo un potere di supervisione dicono dall' Anac le scelte sono del commissario".