Cesena, Castori: "La sconfitta sarebbe stata una beffa"

Regolare Commento Stampare

Le polemiche in coda a Cesena-Parma, partita persa 2-1 dai crociati, non si sono placate. Certo, con i social network questa sensazione di disagio dilagante viene amplificata e si 'sente' di più.

Derby incredibile quello che si è appena concluso tra Cesena e Parma.

"È mia usanza pubblicare - scrive Cattoli nel post - gol e azioni migliori dei miei ragazzi sia per pubblicizzarli (visto che li rappresento) sia perché ne vado orgoglioso, indipendentemente dalla categoria o dalla squadra in cui militano". Fabrizio Castori (allenatore dell'Ac Cesena). A confermare l'episodio ci sono gli screen della conversazione tra i due, pubblicata dal procuratore sulla propria pagina Facebook. Castori adesso vede molto vicina la salvezza, ma torna a sperare anche il Palermo, che adesso è terzo proprio sopra il Parma, ad un punto dal Frosinone che occupa al momento il secondo posto e che sente il fiato sul collo dei rosanero e che insidiano l'unico posto rimasto per la promozione diretta in A.

Con due vittorie sarà serie A. Il Palermo affronterà nel prossimo turno il Cesena e poi la Salernitana, la squadra di Roberto Stellone per sperare dovrà ottenere due vittorie, ma dovrà fare attenzione a non commettere errori come quelli durante la partita con la Ternana che hanno quasi riaperto una sfida che sembrava ampiamente conclusa. Con un laconico "Sì" ci ha spiazzati, confermando appunto l'accaduto destinato a far parlare di sè in altre sedi. Resta l'immagine brutta di bottiglie lanciate dal campo verso gli spalti, dove Fulvio Ceresini - ex presidente del Parma - stava guardando la partita assieme ai suoi amici rivendicando il diritto di poter tifare Parma.