Oggi sciopero Enav: già cancellati 437 voli in 8 regioni

Regolare Commento Stampare

Trentotto voli cancellati a Firenze e 41 a Pisa sono il bilancio dello sciopero di 8 ore oggi dalle 10.00 alle 18.00 in corso nei due scali toscani.

Il dato preciso, aggiornato alle ore 10 di questa mattina in base ai dati ricevuti dagli aeroporti, è di 721 cancellazioni tra arrivi e partenze, su tutto il territorio nazionale.

Sono due, infatti, gli scioperi nazionali dei controllori di volo dell'Enav, previsti per la giornata di oggi: il primo dalle 10 alle 18 indetto dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Uil Trasporti e Unica, e il secondo dalle 13 alle 17 indetto da Fit-Cisl e Ugl-Ta. Ad essi si accompagneranno i ritardi e le cancellazioni dei voli Ryanair, Alitalia e Vueling. A questo si aggingano anche gli scioperi locali a Fiumicino dalle 10 alle 18 e altre 8 astensioni locali dalle 13 alle 17. Lufthansa ha cancellato il Monaco Palermo delle 10.55. Garantite le fasce orarie di tutela, 7/10 e 18/21. Alcune compagnie invece, come EasyJet e Ryanair, informano dello sciopero ma non hanno reso pubblica la lista delle cancellazioni. "Inoltre informazioni dettagliate sull'operatività del proprio volo possono essere richieste alla compagnia aerea di riferimento".

Intanto Ryanair va contro corrente e invita i passeggeri - oltre a controllare lo status del loro volo sul sito della compagnia - a firmare una petizione online contro gli scioperi dei controllori di volo. Oltre che una serie di scioperi locali tutti previsti dalle ore 13.00 alle ore 17.00: presso il Centro di Controllo d'Area di Brindisi, presso il Centro di Controllo d'Area di Milano, presso il Centro di Controllo d'Area di Padova, presso l'aeroporto di Cagliari, presso l'aeroporto di Catania, presso l'aeroporto di Ciampino, presso l'aeroporto di Lamezia Terme e presso l'aeroporto di Palermo. Si tratta della petizione 'Keep Europès Skies Open', lanciata dall'associazione A4E (Airlines for Europe, associazione nata due anni fa, che riunisce cinque tra le maggiori compagnie europee, Air France KLM, easyJet, Iag, Lufthansa e Ryanair), per evitare che i viaggiatori vengano bloccati da "piccoli gruppi di sindacati dei controllori del traffico aereo che scioperano e chiudono i cieli d'Europa".