MotoGP, Pedrosa: "La Direzione Gara non sa come gestire certe situazioni"

Regolare Commento Stampare

Un'altra opzione per la Ducati è rappresentata da Cal Crutchlow, che attualmente è in forza alla Lcr Honda e ha iniziato il Mondiale alla grande per poi calare nelle due ultime gare.

Per questo quando nelle scorse settimane quando la Honda ufficializzava il prolungamento di Marquez e la Yamaha annunciava i rinnovi di Vinales e Rossi, il Dovi si attendeva una proposta all'altezza delle aspettative sul tavolo.

L'ad Ducati però ha incredibilmente svelato anche quali piloti potrebbero prendere il posto di quelli attuali: "Abbiamo avuto tanti figli, facciamo un lavoro fantastico e abbiamo tanti ragazzi che hanno fatto gare bellissime". Siamo sicuramente stati molto sfortunati ed è stato un incidente di gara: Pedrosa è entrato molto forte però non credo che ci siano da cercare dei colpevoli se non la sfortuna e mi dispiace particolarmente per Andrea e per la Ducati. "Ci siamo parlati e spiegati - stempera Andrea Dovizioso davanti alle telecamere - perché è normale che tra me e Jorge ci sia rivalità e ciascuno voglia arrivare davanti".

Anche la gara di Jerez si chiude con uno zero per Dani Pedrosa. Osservando attentamente il replay si vede JL99 che, appena passato dal compagno di squadra, osserva a lungo l'interno curva per poi riportare l'attenzione su Dovizioso. "Ero riuscito a mantenermi vicino a Dovi e Jorge, cercando di conservare le gomme per provare a migliorare ancora alla fine della gara, oppure attendere un loro errore".

La cosa paradossale è che se non si dovesse trovare la firma, a perderci sarebbero tutte le parti coinvolte. "Siamo piloti con uno stile di guida corretto, non ci meritavamo questo risultato". "Questa non è danza classica" diceva Max Biaggi, Marco Simoncelli ha spostato di peso un Barbera che si poneva tra lui e la vittoria, Valentino ha fatto saltare le otturazioni a Gibernau come Marquez ha fatto con lui. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli. Ma non ho ricevuto risposta, mi hanno solo detto che la decisione era stata presa e che se non ero d'accordo (e non lo sono) dovevo presentare un appello contro Jorge. La Ducati perderebbe l'unico pilota che riesce a sfruttare la Desmosedici al 100% e contribuisce in modo concreto allo sviluppo.