Oliviero Toscani: "Juve come la mafia: fossi un giocatore mi vergognerei"

Regolare Commento Stampare

Le decisioni arbitrali in Inter-Juventus hanno colpito l'Italia "pallonara" e hanno fatto storcere il naso al fotografo Oliviero Toscani. Devono vincere aiutati, come è successo per la Fiat. Che atteggiamento hanno gli arbitri nei confronti della Juventus? Infatti nel passato dei grandi campioni se ne sono andati da questa squadra per questo motivo.

E prosegue: "È la solita storia all'italiana: infatti fuori dal nostro Paese la Juventus vale meno, che cosa strana..." Non si tratta di un furto, vogliono vincere comunque senza fare gli sportivi.

"E' una mentalità mafiosa", - continua - arrivare al risultato attraverso delle combinazioni, delle scorciatoie.

Oliviero Toscani, noto fotografo milanese di fede interista, scaglia un'invettiva contro la Juventus a 4 giorni dal match di San Siro: "Mentalità mafiosa, vogliono vincere comunque e alla fine rubano". Toscani conclude il suo sfogo inveendo anche contro gli arbitri conniventi di questo sistema e paragonati a coloro che durante la processione portano la Madonna in spalle e arrivati davanti alla casa del capomafia le fanno fare l'inchino. Giochi con la Juventus e rischi di partire dall'inizio già due goal sotto. Ecco. La maglia mi piace, la squadra, i giocatori, mi stanno anche simpatici. Però mi fanno pena perché devono vincere così, fossi uno di loro mi vergognerei.

Lascia qui il tuo commento!