Avengers: Infinity War, i ruoli di Peter Dinklage e Ross Marquand (SPOILER)

Regolare Commento Stampare

Che Avengers: Infinity War fosse destinato a cambiare tutte le posizioni nella classifica dei maggiori incassi era scontato, ma il segnale decisivo era arrivato con il primo giorno di programmazione in patria, anzi i primi due: l'anteprima del giovedì notte e il primo venerdì, incassando un totale in casa di 106 milioni di dollari. Non ci resta che attendere: e voi, invece, che teorie avete? I fan abbastanza fortunati da aver visto l'ultima pellicola, sono probabilmente d'accordo sul fatto che esiste un forte senso di finalità, nonostante il fatto che Avengers 4 sia solo ad un anno di distanza.

In alcuni momenti, dati il numero elevatissimo di supereroi presenti (non è un'esagerazione dire che la presenza di Capitan America è al limite del cameo) e il conseguente susseguirsi di scene d'azione danno quasi l'impressione di trovarsi sballottati da un film Marvel ad un altro, ma anche in questo caso gli autori sono riusciti a trovare l'equilibrio che narrazione e spettacolarizzazione e non si perde mai il filo della narrazione. Gli Avengers sono infatti il film più visto nel primo weekend d'uscita nel mondo, il più grande incasso per un film di supereroi di tutti i tempi, mentre negli Stati Uniti solo la pellicola più vista nel primo sabato d'uscita e anche nella prima domenica. La notizia contiene grossi spoiler del nuovo film dei Marvel Studios, Avengers: Infinity War, quindi chi non è già andato al cinema, non legga!

E insieme a loro, per la prima volta, anche altri loro: i Guardiani della Galassia, Doctor Strange, Spider-Man, Black Panther, Bucky.

Il film ci farà saltare tra infiniti luoghi e infiniti personaggi, che si perdono e poi ritrovano, tutti impegnati a conseguire il proprio obiettivo, che però porteranno tutti, direttamente o indirettamente, a Thanos. La frase che ripete quando concede la gemma del tempo a Thanos e, successivamente, si sbriciola, riguarda l'unica scelta possibile.

Tra Le Due Torri e L'Impero Colpisce Ancora, il film è un film sul sacrificio (perché l'epica si raggiunge con la tragedia), sui prezzi che bisogna pagare per riuscire ad ottenere quello che si è sempre desiderato. Con la sequenza post-titoli più importante dell'intera saga. A capo del team addetto agli effetti speciali c'è Dan Sudick che per rendere al meglio il disastro si è affidato a ben 28 esplosioni attivate in sequenza e ricreate attraverso l'utilizzo di spettacoli pirotecnici di precisione.

Infinity War è una rivincita, la nostra...e Thanos è uno di noi.