Roma, Nainggolan: "Liverpool? Crediamo nella rimonta. Da piccolo rubavo per mangiare"

Regolare Commento Stampare

"Dobbiamo essere concentrati al 100% e cercare di ribaltare il risultato". Non è il momento di parlare di futuro, serve concentrazione.

Loro sono stati più continui e noi no. A Barcellona siamo stati continui e il risultato è stato bugiardo, in Inghilterra no. Abbiamo fatto 2 gol che ci permettono di giocarcela, ma non possiamo rifare gli stessi errori. Io dove sto bene non ho voglia di lasciare: "sono fatto così". Alla vigilia del ritorno della semifinale tra Roma e Liverpool, Eusebio Di Francesco non molla il sogno Kiev ("Secondo voi andiamo a giocare una gara così importante di Champions davanti a 70mila persone in modo arrendevole", dice ai giornalisti nella consueta conferenza stampa) e ringhia così: "Noi saremo entusiasti e arrembanti, voglio vedere la voglia di andare oltre l'ostacolo, cercando di fare qualcosa di grande mettendo in campo tutto quello che abbiamo". Sarà più difficile rispetto alla partita contro i catalani perché il Liverpool è più fisico. "Dobbiamo provare a segnare 3 gol concedendo il meno possibile a loro". Col Liverpool che sensazione hai avuto?

Poi è arrivato il calcio, che lo ha salvato: "Sto bene a Roma, so che mi volevano in premier, soprattutto il Chelsea". Se sono aumentati gli assist significa che ho fatto felice qualche compagno. "Speriamo che domani mi sblocco in Champions, non è comunque l'ultimo anno che ci gioco". "Che posso dire... sicuramente sono un giocatore che non vive per il gol". Sono contento dove gioco, ho sempre dato il massimo. "Magari è stata la prima volta in semifinale, un po' di emozione, tante cose..." Non entro nella testa dei miei compagni, uno magari è mentalmente più forte di un altro.

"Non penso ci hanno tifato perchè è una squadra italiana, quando una squadra fa un risultato del genere tutto il mondo ti guarda con occhi diversi".

Contro il Barcellona tutta Italia si è emozionata per voi, molti tifosi sui social hanno tifato per voi. Anche l'attenzione sui calci piazzati.dobbiamo migliorare tante cose.

"Il nostro è stato un percorso bello, però siamo consapevoli che sarà un match difficile".