Palermo-Bari 1-1: Nenè risponde a La Gumina

Regolare Commento Stampare

Solo un pareggio alla 'prima' alla guida del Palermo per Stellone, con i siciliani che adesso rischiano nuovamente di essere staccati per la lotta al secondo posto da Parma e Frosinone, in campo domani. Nonostante l'uomo in meno, i biancorossi sono riusciti a pareggiare grazie a Nené, bravo a sfruttare una sponda di Floro Flores. Nel recupero espulso anche Henderson: il Bari chiude in nove.

Per uno scherzo del destino, Roberto Stellone fa il suo esordio sulla panchina del Palermo (dopo l'esonero di Tedino) proprio contro il Bari, ultima squadra da lui allenata prima dei rosanero. Secondo tempo che segue lo stesso ritmo del primo: le squadre si studiano senza affondare il colpo. Le migliori occasioni le hanno i rosanero. Nel primo tempo, accade ben poco, la formazione palermitana si rende più attiva rispetto a quella ospite, specie con Coronado, senza tuttavia creare grossi pericoli alla difesa pugliese. Grosso prova a cambiare il match passando al 4-3-3 inserendo Galano al posto di Empereur. Le emozioni stentano ad arrivare ma è negli ultimi quindici minuti che si accende la sfida.

Un copione recitato fino a quando, a dieci minuti dal termine, a sbloccare la situazione ci ha pensato il più giovane di tutti: liberato da Moreo, il classe '96 La Gumina è freddo abbastanza da battere Micai per l'1-0 che libera tutta la tensione di un 'Barbera' per una sera in versione sudamericana.

TOP BARI: NENE' - Trova la zampata quasi al 90' con un gran destro sotto l'incrocio.

Espulsi: Marrone (B), Henderson (B).

Palermo (4-4-1-1): Pomini; Rispoli, Struna, Rajkovic, Aleesami; Rolando, Gnahorè (63′ Moreo), Murawski, Chochev; Coronado; La Gumina. All.

A disposizione: De Lucia, Conti, Sabelli, Oikonomou, Petriccione, Kozak, Iocolano, Diakhité, Busellato.