L'orgoglio del Napoli: "Essere azzurri significa vincere contando soltanto sulle proprie forze"

Regolare Commento Stampare

Restando al campo, quella di San Siro è una vittoria importante per la Vecchia Signora che dopo il risultato del Napoli, vede sempre più vicino lo scudetto, mentre allontana l'Inter dalla Champions League adesso distante 4 punti.

Il Napoli disputa una delle prestazioni peggiori degli ultimi anni, cedendo 3-0 al "Franchi" con la Fiorentina, dicendo definitivamente addio allo scudetto. Lo dice il Napoli su Instagram, con una lettera che nasconde anche una frecciata alla Juventus, nel passaggio "Essere azzurri significa vincere facendo leva soltanto sulle proprie forze.". Ma come sarebbe la classifica senza l'utilizzo della tecnologia?

Effettivamente l'anticipo di sabato alle 20.45 ha destato non poche polemiche: e se il rosso di Vecino, alla fine, si è rivelato quasi sacro santo (viste le condizioni della gamba di Mandzukic, che poi ha avuto bisogno di circa 10 punti di sutura), più discussa è stata la mancata espulsione di Pjanic. Uno scatenato Chiesa semina il panico fra i difensori azzurri e al 34′ arriva il meritato vantaggio firmato da Simeone che, scattato sul rilancio di Biraghi, semina Tonelli e davanti a Reina non può fallire. Valutiamo i profili di rischio, ma non siamo preoccupati e domenica sarà una bellissima giornata di calcio. E in pieno recupero Simeone in contropiede ha siglato il suo tris personale, in una giornata indimenticabile per lui e i viola.

Fiorentina (4-3-2-1): Sportiello 6; Laurini 5.5 (17′ st Gaspar 6), Milenkovic 6.5, Pezzella 6, Biraghi 6.5; Benassi 6.5, Badelj 6.5 (39′ st Cristoforo s.v.), Veretout 6; Chiesa 6, Saponara 5.5 (29′ st Eysseric s.v.); Simeone 8. (22 Cerofolini, 33 Brancolini, 15 Maxi Olivera, 51 Hristov, 26 Ranieri, 77 Thereau, 28 Gil Dias, 11 Falcinelli). Inutile il doppio cambio Milik e Zielinski, per Mertens ed Hamsik al 58'st. A disposizione: Rafael, Sepe, Chiriches, Maggio, Milic, Rog, Diawara, Machach, Ounas.

MARCATORI: nel pt 34′ Simeone; nel st 17′ e 48′ Simeone.

ANGOLI: 3 a 1 per il Napoli.

ESPULSI: nel pt 8′ Koulibaly per gioco scorretto. Recupero: 3′ e 3′.