Samp: Giampaolo, con Cagliari è decisiva

Regolare Commento Stampare

Anzi è stata la Samp a farsi pericolosa e a guadagnarsi un rigore.

Il Cagliari va in bambola e la Samp continua a premere il piede sull'accelleratore. Al 33' primo cambio per il Cagliari con Farias in campo al posto di un Pisacane in grande difficoltà fisica. Sulla corsia di destra si sistemerà Bereszynski mentre a sinistra c'è un triplo ballottaggio: "Regini, Sala, Strinic, rigorosamente in ordine alfabetico" ha detto Giampaolo. Dagli undici metri si presenta Quagliarella, ma la conclusione dell'ex Juventus è troppo angolata e il pallone scheggia il palo prima di finire sul fondo. Prima dell'intervallo terzo gol dei blucerchiati con Kownacki.

A poco più di dieci minuti dal termine il Cagliari rimane in dieci uomini per il secondo giallo rimediato da Cigarini e per i rossoblù svaniscono così le residue speranze di un clamoroso recupero del risultato. Sull'ennesimo contropiede della Sampdoria, ecco il quarto gol: Linetty trova la traversa davanti al portiere, ma è vincente la ribattuta di Ramirez (87′). La squadra doriana è ancora in corsa per la qualificazione in Europa League e non renderà certamente la vita facile ai rossoblu che hanno assoluto bisogno di punti, per non ritrovarsi in piega bagarre nella zona retrocessione, nelle ultime tre giornate.

Sono proprio gli uomini di Giampaolo a partire meglio prendendo il controllo tanto ch al 7' arriva il vantaggio: Quagliarella controlla quasi al limite servendo Praet che entra in area, si libera di un avversario con una veronica e batte con un perfetto diagonale Cragno.

45'+5 KOWNACKI 3-0 - Bella discesa palla al piede di Bereszynski sulla fascia destra, cross al centro per Kownacki che al volo di destro insacca alle spalle di un incolpevole Cragno. Nel Cagliari di Diego Lopez invece potrebbe esserci un dubbio per reparto: in difesa uno fra Pisacane e Romagna affiancherà Castan e Ceppitelli nella retroguardia a tre; a centrocampo, reparto imperniato su Cigarini e Barella, la maglia in bilico è quella fra Ionita e Lykogiannis, mentre in attacco Sau e Han sono in lotta per affiancare Pavoletti, naturalmente certo di essere il centravanti.