GP pazzo in Azerbaigian, vince Hamilton

Regolare Commento Stampare

Appena terminato il gran premio dell'Azerbaijan di questa emozionante stagione di Formula Uno 2018. Gli orari sono italiani (a Baku sono un'ora avanti rispetto a noi). Circuito cittadino che si estende per 6 km e con 20 curve immerse tra la bellezza dei monumenti storici locali. È di Vettel la pole position provvisoria: tre decimi e mezzo meglio del tempo di Hamilton, secondo. Partenza dove il tedesco cerca di tenere il più possibile Hamilton negli specchietti retrovisori.

Ricciardo ci aveva messo un po' a superare in pista Verstappen, poi dopo la sosta ai box si è ritrovato ancora dietro e un pericoloso cambio di direzione del compagno di scuderia ha causato il tamponamento: incidente e safety car.

"Raikkonen" E' molto soddisfatto il pilota finlandese della Ferrari Kimi Raikkonen dopo il secondo posto nel gp di Azerbaigian, un podio insperato visto come era cominciata la gara e come poi è proseguita fra colpi di scena a ripetizione. Vince Hamilton che passa in testa al mondiale con quattro punti su Vettel. Hamilton nel tentativo di raggiungere Vettel bloccavas con l'anteriore e andando lungo perdeva circa 3 secondi dal tedesco, che accumulava così 8 secondi di vantaggio.

Alla ripartenza Vettel prova subito a riprendersi la vetta ma va lungo bloccando la gomma.

Hamilton poi veniva ripreso dalla coppia Red Bull, ma ne approfittava Ricciardo per riattaccare Verstappen: Ricciardo aveva in bocca il sapore della vendetta, lo affiancava, percorreva con l'olandese un tratto di pista ruota a ruota, lo passava, poi Verstappen lo riaffiancava senza timore e si rimetteva davanti... WOW! Le rosse di Maranello, infine, superano nel costruttori le frecce d'argento. Passata la linea del traguardo Sebastian ha tentato l'impossibile per riprendersi una vittoria che sentiva sua e che sembrava ormai fuggire via. Disastro del team Redbull dove l'australiano Ricciardo tampona il suo compagno di squadra Verstappen, costrigendo un altro intervento della saeftycar. Sembra fatta per il neo-leader della gara di Baku, ormai senza più pericoli apparenti ma la fortuna del finnico dura poco: dopo appena un giro, la nr. E mentre scalda le gomme, Grosjean va a sbattere e la neutralizzazione si allunga. A questo punto per Bottas e la sua Mercedes è tutto da rifare con Vettel attaccato all'alettone posteriore.