Vaccini, crescono le coperture

Regolare Commento Stampare

Un crollo non senza conseguenze: lo scorso anno l'Italia e' stata interessata da una estesa epidemia di morbillo, che ha causa quasi 5.000 casi, di cui oltre 300 tra operatori sanitari, con 4 decessi.

Il quadro che emerge è un miglioramento delle coperture vaccinali per tutte le fasce d'età oggetto della rilevazione, ad indicare che le misure straordinarie messe in atto nel corso del 2017, in particolare l'approvazione del decreto vaccini (decreto 7 giugno 2017 n. 73) e gli interventi di comunicazione che l'hanno accompagnato e seguito, hanno avuto il loro effetto.

Migliora in tutta Italia la copertura vaccinale. I dati vengono dal Ministero della Salute, che in occasione della Settimana Europea delle Vaccinazioni, celebrata quest'anno dal 23 al 29 aprile, ha reso noti i dati aggiornati al 2017 sulle coperture vaccinali dell'età pediatrica e dell'adolescenza. Infatti, tra i bambini nati nel 2015, il vaccino esavalente (contro difterite, tetano, pertosse, emofilia di tipo b, epatite b e poliomielite) ha raggiunto una copertura del 94,5%, ad un passo dal livello per far scattare l'immunità di gregge (che è convenzionalmente fissato al 95%).

Quali dunque i dati della copertura vaccinale al 31 dicembre 2017? Secondo i nuovi dati, la prima dose di vaccino contro il morbillo vede una crescita delle coperture del 4,42% rispetto all'anno precedente, una sola regione che supera il 95%, il Lazio, e altre due che vi si avvicinano, ovvero Piemonte e Umbria, con rispettivamente il 94,7% e 94,5.

La tendenza generale è confermata anche dalle coperture vaccinali nazionali a 36 mesi, relativi ai bimbi nati nel 2014, che permette di monitorare la quota di bambini inadempiente l'anno precedente e recuperati. Salgono anche le vaccinazioni non obbligatorie: quello contro la meningite C per esempio è salito all'83%.

Riguardo alle vaccinazioni in età pre-scolare, generalmente somministrate a 5-6 anni (bambini nati nell'anno 2010), si registra un +2,94% per la quarta dose di anti-polio (85,7% nel 2016 vs 88,68% nel 2017) e un +3,57% per la seconda dose (ciclo completo) di anti-morbillo (82,24% nel 2016 vs 85,80% nel 2017). C'è un recupero anche per le vaccinazioni eseguite entro gli 8 anni. Si conferma un miglioramento delle coperture vaccinali: l'anti-difterica (quinta dose) nei sedicenni aumenta di 4,43% (63,64% nel 2016 vs 68,07% del 2017) e l'antimorbillo (seconda dose) guadagna il 4,98% (78,86% nel 2016 vs 83,84%% del 2017); nei diciottenni si osserva un aumento del 3,73% per anti-difterica e +6,05% per anti-morbillo.