Roma, El Shaarawy: "Con il Liverpool servirà un'altra impresa"

Regolare Commento Stampare

Esempi per i più giovani in campo e fuori, Marco Parolo e Stephan El Shaarawy.

La Junior Tim Cup spicca il volo. Quando abbiamo battuto la Roma in Coppa Italia (ride, i bambini della Lazio esultano, fischi degli altri). Spero che continuino a coltivare il sogno di diventare calciatori e spero che lo realizzino. Penso che l'esordio in Serie A sia un ricordo indimenticabile, molto emozionante a soli 16 anni. Ci vuole tanto lavoro, tanto sacrificio e una cosa che mi hanno insegnato i miei genitori: l'umiltà. Poi però due battute sui Reds le concede: "Servirà un'altra impresa, ma abbiamo già dimostrato di potercela fare". "Sono cose che non si possono tollerare, che non devono esistere nel mondo del calcio". Vengo volentieri a parlare con i bambini per cercare di far passare un messaggio positivo, per me è sempre un piacere, loro sono il futuro dell'Italia.

Ti aspetti di giocare titolare contro il Liverpool?

Dovremo fare una partita perfetta senza sbagliare niente, perché un gol ci potrebbe costare la finale, dovremo stare attenti in tutte le situazioni perché davanti sono imprevedibili e soprattutto sotto porta sono decisivi, dovremo fare una partita di grande sostanza.

A livello tattico più forte il Barcellona o il Liverpool? Penso che al ritorno il modulo sarà poco importante, la testa, la voglia di non mollare e la qualità conteranno più del modulo. Non lo so ancora pero dobbiamo essere tutti pronti per questa partita perché sarà importante l'aiuto di tutti.