Liverpool: i due ragazzi italiani negano l'aggressione al tifoso

Regolare Commento Stampare

E pensare che si parla "solo" di una partita di calcio. A farne le spese è stato Sean Cox, che dopo essere stato colpito in testa, è rimasto a terra per poi essere portato d'urgenza in ospedale. I due ultrà romanisti arrestati con l'accusa di "violent disorder" sono Filippo Lombardi di 21 anni e Daniele Sciusco di 29.

Roma - Si è svolto quest'oggi al ministero degli Interni il piano sicurezza per Roma-Liverpool.

Pica, di fede calcistica giallorossa, il 24 aprile era allo stadio di Anfield Road, dove prima della sfida calcistica si sono verificati gli scontri.

All'incontro, presieduto dal capo dell'ufficio dell'ordine pubblico del Dipartimento Massimo Zanni e al quale ha assistito anche il vice console britannico, hanno partecipato il questore di Roma Guido Marino, i vertici dei due club, e rappresentanti della polizia britannica, della Uefa e della Figc. Nel corso dell'incontro è stata data priorità ad un articolato impiego sul territorio, anche nelle fasi precedenti la gara, soprattutto nei punti di aggregazione tradizionali della città, dove è più probabile la concentrazione dei tifosi/visitatori, e dispositivi di vigilanza e controllo anche a medio e largo raggio. All'incrocio con Everton Valley sono sbucati 5-6 tifosi dei Reds che ci hanno tirato sassi e bottiglie addosso, un paio dei nostri ha cercato il contatto per difendersi e la polizia invece che bloccare loro ha caricato su di noi. Due tifosi giallorossi sono finiti in manette in seguito al grave ferimento di un tifoso dei "Reds", così vengono soprannominati oltremanica i sostenitori del Liverpool, che al momento si trova in coma farmacologico nel centro neurologico di Walton. "Particolare attenzione è stata rivolta agli aspetti di safety e security, al fine di divulgare per tempo ai tifosi ospiti tutte le informazioni relative alle modalità di afflusso allo stadio Olimpico di Roma, le norme di comportamento, i meeting point predisposti e, in una parola, "the do's and dont's", tutto ciò che è consentito e ciò che è vietato".