La loro auto finisce nella scarpata Tre ragazzi morti in un incidente

Regolare Commento Stampare

Le strade interessate dai controlli sono state le vie di uscita dal capoluogo, quindi viale Ermocrate, via Columba e via Elorina, in provincia la Strada Provinciale n.14 per Canicattini Bagni, la Strada Statale n. 194 "Lentini - Ragusa", la Strada Statale n. 385 "Catania -Gela" e la Strada Statale n. 115 nel tratto tra Noto e Rosolini. Tra Iraci e Musso, che erano andati in giro per i pub di Ortigia, è sorta una disputa verbale attorno a un'amica in comune. La quarta persona che si trovava all'interno dell'auto, sorella di Chiara Carrubba, è stata sbalzata in strada ed è stata trasportata con l'elisoccorso all'ospedale Cannizzaro di Catania, dove si trova ricoverata in gravi condizioni. A Noto in particolare, i Carabinieri sono dovuti intervenire anche per sedare una lite tra due giovani prostitute rumene, che si contendevano il "posto di lavoro" ed i relativi clienti. I corpi degli altri tre sono rimasti incastrati nell'auto e i vigili del fuoco hanno lavorato per estrarli dal mezzo. Per cause da accertare Marino, che si trovava alla guida, ha perso il controllo della macchina che si è capovolta ed è finita in una scarpata, facendo un volo di sei metri.

Le vittime sono: il conducente Giovanni Violano, Giuseppe Marino e la fidanzata Chiara Carrubba. Si tratta di due ragazzi e una ragazza, tutti poco più che 20enni originari di Floridia.

I quattro, due coppie, viaggiavano a bordo di una Ford Focus.