Marche, contratti a tempo indeterminato senza concorso

Regolare Commento Stampare

Ravvisato anche un danno all'ente regionale di oltre 121 milioni di euro. L'operazione è stata coordinata dalla procura di Ancona.

Avrebbero permesso l'assunzione a tempo indeterminato di 776 lavoratori, contravvenendo anche alla norma di rango costituzionale che prevede l'ingresso alle dipendenze della P.A. per concorso.

La complessa attività operativa, che si è sviluppata per oltre 18 mesi su tutto il territorio regionale attraverso lunghi e articolati esami testimoniali e documentali, riscontrati con una minuziosa analisi normativa, ha infatti permesso di far emergere sistematiche e diffuse violazioni costituenti reato. Tale omissione ha consentito la "stabilizzazione" indebita di 776 dipendenti già assunti a tempo determinato. Il "contesto delineato" dalle indagini è stato segnalato alla Procura regionale della Corte dei Conti. In molti casi, si legge nella nota degli agenti, non sono state attivate le necessarie procedure di concorso pubblico mentre in altri si è proceduto alla predisposizione di 'bandi fotografia', secondo la Gdf 'provvedimenti illeciti, formati esclusivamente per assumere dipendenti predeterminati'. In certi bandi "i requisiti previsti sono stati 'fotografati' su quelli effettivamente posseduti dai lavoratori interessati".