Champions, l'Inter c'è poker rifilato al Cagliari: 4-0

Regolare Commento Stampare

In campi difficili contro squadre in grado di mettere in difficoltà le avversarie, l'Inter ha dimostrato anche quest'anno di non avere ancora carattere e forze sufficienti. Di per sé questa è già una buona notizia, dato che l'anno scorso, in questo periodo, l'Inter stava scivolando a suon di sconfitte verso il settimo posto, fuori dalle coppe europee. Un bel 4-0 rifilato al Cagliari e d'un colpo Roma e Lazio (che giocheranno oggi) sono scavalcate: 61 punti le romane, 63 la banda Spalletti.

A un certo punto la squadra ha giocato a specchio con l'Inter: perché? La quota Champions è distante un punto e nulla è compromesso, ma i nerazzurri hanno conquistato solo due punti nelle ultime tre giornate di campionato.

Stasera Barella avrebbe fatto comodo? Sul 2-0 Diego Lopez prova a mischiare le carte inserendo Faragò e Lykogiannis, ma all'ora di gioco arriva anche il meritato tris di Brozovic, bravo a inserirsi dopo una corta risposta della difesa. "Secondo me era offside". "Insomma, i valori sono molto più vicini di quel che non dicano i numeri", fa notare Gasperini. - "Guardate anche i dati della nostra gara contro l'Udinese. Mancano poche partite alla fine del campionato, dobbiamo cercare di fare risultato ovunque, non importa il nome dell'avversario", ha dichiarato in conferenza stampa ad Asseminello. "Magari può darci una mano a gara in corso, ma al momento non mi sento ancora di farlo partire dal primo minuto.Domani abbiamo una partita importante, faremo due cambi di sicuro ma non so ancora quanti ne faremo in totale". Nella sera in cui Spalletti ritrova Marcelo Brozovic e il 4-2-3-1, che sembra dare molte più garanzie rispetto al 3-4-3 provato senza successo nell'ultima a Bergamo contro l'Atalanta. Dobbiamo essere più esigenti nella finalizzazione, perché la preparazione l'abbiamo avuta e la squadra si è creata le possibilità per segnare.