Milan, Gattuso in conferenza: "Dobbiamo giocare da squadra. Mercato? Arriveranno pochi giocatori"

Regolare Commento Stampare

"Seedorf è stato il mio salvagente, un giocatore incredibile". Siamo decimi per gol fatti, ma creiamo molte azioni pericolose. "Dopo quel piccolo problema ci ha messo professionalità e sono contento di quello che sta facendo". Quando l'altro giorno ho detto che la coperta è corta non intendevo che ho pochi giocatori da utilizzare, ma come la squadra sta in campo. "E' un ragazzo perbene e questa è una cosa che ho sempre apprezzato molto".

Ma non è la prima volta che Mazzarri si adopera con furbeschi escamotages per spiare gli avversari. "Il Milan di oggi è del tutto diverso rispetto a tre mesi fa, perché proponiamo qualcosa di nuovo e lo facciamo con grande personalità". Il Toro è una squadra che lotta ma che ha anche giocatori di qualità.

Su Locatelli: "E' un giocatore che mi sta piacendo molto ultimamente per impegno, si allena bello cazzuto, allenarsi con la faccia triste non serve, bisogna preparasi bene e farsi trovare pronto, non è un caso che sia entrato bene domenica". Se eravamo tranquilli si potevano fare tantissime cose. Ma possiamo fare tante cose, anche Suso può agire da mezza punta. "Lo dissi 3 anni fa, dopo Shevchenko era quello che mi aveva impressionato di più per come centra la porta e per come salta di testa. Faremo di tutto per tenerlo a Milano, ma al momento non pensiamo a questo".

Chievo-Torino è terminata 0-0: gara senza particolari emozioni, con gialloblù e granata che si sono divisi la posta in palio. "Io guardo la prestazione, non siamo stati bravi noi a trovarlo ma lui è tornato indietro ad aiutarci e quei palloni che ha toccato tecnicamente li ha giocati bene, è un attaccante che si muove benissimo poi è normale che il gol è fondamentale ma non è detto che se giochi con la maglia numero 9 a San Siro devi per forza fare gol". Gli sto chiedendo tante cose nuove e ci sta provando, deve pensare ad entrare in area e far male. A livello mentale già ha fatto invece dei miglioramenti, quando siamo in difficoltà ci dà una mano facendosi dare la palla.

" Calha è uno che potrebbe giocare 'alla Pirlo'".

Nonostante i tre pareggi consecutivi, i rossoneri sono in continua crescita: "Leggendo la rassegna stampa che mi danno, state cavalcando l'onda che stiamo facendo pochi gol- ha sottolineato Gattuso- Io però non sono preoccupato, stiamo costruendo tanto".