Fiorentina, Pioli e l'esame Lazio: ''Servirà una grande gare''

Regolare Commento Stampare

La Lazio è la squadra che vanta più giocatori (12) con due o più reti segnate in questo campionato. Questa la conferenza stampa di Stefano Pioli, dalla sala stampa dello stadio Franchi: "Abbiamo un modo di giocare che richiede energie fisiche e mentali". I miei calciatori devono finire le partite che sono stremati. "Sportiello sta facendo bene, ha talento". "Non vorrei cambiare molto se le condizioni dei singoli me lo permetteranno".

"Cercavamo determinate caratteristiche per rinforzare il centrocampo". Ci dà fisicità, dinamismo e presenza su palle in attivo. Per me è stata un'ottima esperienza, ma riguarda il passato. Ci dobbiamo ancora allenare, devo capire le condizioni. "Non si è ancora allenato in gruppo". E' importante presentarsi preparati all'esame. La Lazio è composta da giocatori molto forti. "Ci vorrà una grande prestazione, vogliamo stare bene in campo e avere un livello alto".

Marcatura a uomo e a zona? Sappiamo quanto la Lazio possa essere pericolosa domani sulle palle inattive, però dobbiamo cercare di esserlo anche noi. Il calcio è cambiato e anche noi allenatori. Sono cambiati gli allenamenti e le abitudini. Cerco di sfruttare le caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione. Qualcosa concediamo, ma con Dabo abbiamo acquistato centimetri e anche Pezzella e Vitor Hugo sanno farsi valere nel gioco aereo.

LAZIO - Poi sugli avversari di domani.

Sfida alla Lazio: "Tutte le gare sono un esame". In più hanno il miglior attacco del campionato con il capocannoniere, e si sono ripresi dalla batosta europea con il derby pareggiato contro la Roma.

La Fiorentina è la squadra contro cui Ciro Immobile ha giocato più volte senza trovare il gol in Serie A (sei partite): contro qualsiasi altra formazione affrontata almeno tre volte ha segnato.

Ancora su Dabo: "Può essere una soluzione domani, la Lazio ha tanti elementi offensivi". Anche se con loro abbiamo giocato due partite molto equilibrate, sia all'andata che in Coppa Italia. E' stato un anno positivo e intenso il primo e negativo e intenso il secondo. Che Badelj sia un giocatore importante per noi è chiaro ma per statistiche siamo primi, sia per tiri fatti che per occasioni. "Domani dovremo avere un livello alto". L'attaccante poco fa sul suo profilo ufficiale di Instagram ha postato una stories che lo vede nelle mani dello staff medico dei biancocelesti. Abbiamo subito qualche gol da palla inattiva, ma non tantissimi. Lui è uno di questi, poi è chiaro che può affinarle. Federico deve fare la scelta giusta al momento giusto. Abbiamo fatto un bel salto in avanti. Qualche mese fa molti giocatori volevano andare via, ora vogliono tutti rimanere. Capiscono che c'è una base di lavoro e cultura e di appartenenza che li spinge a pensare questo. "Questo è un aspetto positivo che sicuramente verrà tenuto in conto". "Lo faremo con lucidità dopo il 20 maggio (fine del campionato, ndr)".