Inter, brutti numeri nelle ultime sfide: Icardi deve tornare a fare l'Icardi

Regolare Commento Stampare

Si parte domani sera con Inter-Cagliari, turno infrasettimanale. I nerazzurri sono chiamati a riscattere gli ultimi deludenti risultati: per un piazzamento Champions la squadra di Spalletti deve vincere e ritrovare le giocate di Icardi e Perisic.

Le riflessioni di Joao Miranda raccolte da Sky Sport subito dopo la fine della gara: "Pareggio prezioso?"

"Secondo me sta bene. Occorre fare quei metri per riallungare le distanze e si va a ricreare un situazione offensiva". La vittoria contro il Barcellona le ha dato tantissimo. Perché questa venga fuori eccelsa, bisogna metterci oltre che la qualità tecnica, anche la qualità caratteriale, fisica, di tenere per un lungo periodo determinati comportamenti e attenzioni. "Il mondo è pieno di meteore, la classifica vuole che si faccia bene sempre". Le alternative sarebbero Perisic e Rafinha che hanno fallito l'appuntamento con il gol a Bergamo. "Poi può darsi che il Milan rientri, si guarda tutto quello che c'è intorno, perché se non sei attento ti può arrivare la tranvata difficile da reggere". "C'è una gestione interna, nel senso che si valuta di giorno in giorno, non sono nella partita precedente".

Rafinha non deve essere amareggiato per il goal sbagliato. La squadra in generale, compreso lui, ha fatto delle prestazioni e ha creato delle opportunità. Si va ad essere più esigenti sulla finalizzazione, sul gesto che può dare la soluzione. La preparazione per far gol la squadra l'ha avuta.

"Da quando si è fermato Maurito (dopo la doppietta al Verona un tiro nello specchio negli ultimi 270'; zero ieri), la squadra non è più riuscita a trovare la via della rete e con questo ritmo (appena 2 conclusioni parate da Berisha) per Spalletti è impensabile finire tra le prime quattro. Però non abbiamo vinto queste partite ed ora è un giocarsi in tutte le partite l'esito finale".

Inter, Spalletti insiste sulla difesa a tre? Le gare che si hanno a disposizione non mostrano molte differenze tra l'Inter e le altre in corsa per un posto in Champions. Solo Juve, Napoli e Lazio.

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Se questi sono i numeri in questo senso è perché nell'altro abbiamo tirato fuori un valore. "Si poteva fare qualcosa di più". Un momento dove sappiamo cosa fare e dove andare. Poi è chiaro che non si sa mai. Un punto utile per agganciare Lazio e Roma, in campo nel derby. A quattro si può tornare a condizione che uno dei terzini faccia anche il lavoro del centrale. L'obiettivo è crescere in maniera continua, mettendo sempre qualcosa di più sia individualmente che sul piano collettivo. "Ho capito che le sta a cuore, è un bravo ragazzo".

È più tranquillo con la difesa a 3 o a 4?