Addio Sergente Maggiore Hartman: è morto l'attore Ronald Lee Ermey

Regolare Commento Stampare

Ermey aveva 74 anni, a stroncarlo sarebbero state delle complicazioni dovute ad una polmonite. All'inizio Ermey aveva rifiutato la parte, ma l'insistenza del regista ("Mi chiamava anche tre volte al giorno", disse a Rolling Stone qualche anno dopo) lo convinsero ad accettare.

Quando si pensa a Full Metal Jacket, il capolavoro di Kubrick sul Vietnam datato 1987, una delle scene più iconiche è sicuramente quella in cui l'inflessibile - e crudele - Sergente Hartman punisce il soldato Palla di Lardo (Vincent D'Onofrio) per la ciambella nascosta.

In una intervista rilasciata nel 2010, il sergente Hartman, alias Lee Ermey, ha rivelato di essere stato nella sua giovinezza un "piantagrane e un po' un furfante infernale", finendo anche in tribunale. Il mondo del cinema piange la morte del sergente di Full Metal Jakcet.

"Con enorme dispiacere devo informarvi che R. Lee Ermey ("The Gunny") è morto questa mattina a causa delle complicazioni di una polmonite. Mancherà tantissimo a tutti noi" si legge nel tweet.

Il suo ruolo immortale, però, è sempre quello: è stato così convincente nell'interpretare un sergente d'artiglieria che nel 2002 ha ricevuto una (vera) promozione ad honorem a quel rango nei Marines. Oltre a impersonare Hartman, Ermey viene ricordato per aver vestito i panni del capitano di polizia in Seven (1995) e quelli del sindaco Tilman in Mississippi Burning: Le radici dell'odio (1988). Il debutto era arrivato nel 1979 in un ruolo non accreditato nel film di Francis Ford Coppola Apocalypse Now.