Gp Cina, Hamilton: "Ferrari con più potenza"

Regolare Commento Stampare

"Quarte e quinte le Red Bull di Ricciardo, +0" 538, e Verstappen, +0" 669, sesta la Ferrari di Vettel, +0" 862. Per questo motivo domani in gara i due top team partiranno con una gomma più dura, probabilmente per cercare di chiudere il GP con una strategia a una sola sosta oppure per tenersi più aperti a ogni situazione. Dopo i due successi di Sebastian Vettel a Melbourne e Sakhir, vedremo se il tedesco della "Rossa" sarà in grado di centrare una tripletta quanto mai storica, per giunta su uno dei circuiti preferiti dal suo rivale numero uno, Lewis Hamilton, che in Cina ha centrato ben cinque successi e otto podi totali. Il GP della Cina si preannuncia quindi interessante, riuscirà la Ferrari a rispettare il detto " non c'è due senza tre" per la gioia dei fans e per l' interesse di una F.1 bisognosa di rinascita., il tutto in attesa del " ritorno" che senz'altro prima o poi arriverà, della Mercedes. Anche per questo la Mercedes comanda in molte voci statistiche, come vittorie (5), pole position (6), giri veloci (3, come la McLaren), punti (220) e giri al comando (301).

I numeri sono chiari: nel 2017 quindici pole position per Stoccarda a fronte delle cinque conquistate dalla Ferrari, con Hamilton che l'anno scorso per ben undici volte era partito davanti a tutti a fronte di quattro pole position a testa per Sebastian Vettel e Valtteri Bottas e una per Kimi Raikkonen. E alla fine gli eliminati della Q2 sono Magnussen, Ocon, Alonso, Vandoorne, Hartley. Il britannico della Mercedes ha fermato il cronometro sul tempo di 1'33 " 999. La Ferrari ha marcato l'avversario adottandone la stessa tattica. Il Circus farà tappa in Cina, dove si corre Shanghai International Circuit, una pista che può nascondere diverse insidie soprattutto a causa di caldo e smog. E nella lotta per le prime posizioni non va sottovalutata anche la presenza di un potenziale outsider, la Red Bull: "Siamo più veloci di loro, ma vanno comunque tenuti d'occhio sul passo gara". Grosjean e Sainz chiudono la top-10.