Serie B: Foggia-show, l'Ascoli è travolto

Regolare Commento Stampare

I marchigiani sono partiti con il piglio giusto di una squadra che ha provato a mettere in difficoltà gli avversari, ma ben presto si è dovuto rendere conto di essere nella situazione opposta.

I pugliesi, infatti, hanno battuto l'Ascoli per 3-0 agganciando l'ottavo posto. Sarà una partita da temere e per niente facile. L'Ascoli ha giocatori che sanno giocare a calcio in mezzo al campo come Buzzegoli e Gigliotti, mentre in avanti Monachello sta attraversando un buon momento.

Sabato, poi, sarà il turno delle altre candidate alla Serie A. La capolista Empoliaffronta, tra le mura amiche del Castellani, una Pro Vercelli in piena lotta per la salvezza; il Palermo, invece, se la vedrà con la Cremonese, in crisi di risultati e con un Tesser a forte rischio esonero; impegno casalingo anche per il Frosinone, contro lo Spezia. "Cherubin è rientrato in gruppo ma non ha i minuti sulle gambe".

FORMAZIONE - "Hanno ripreso tutti ad allenarsi, anche Tonucci, tranne Gerbo e Agnelli sono tutti disponibili".

"La partita con l'Ascoli va inquadrata come una partita da vincere perché è importante dare continuità ed arrivare quanto prima a 50 punti e poi eventualmente pensare ad altro".

PRESENTE E FUTURO - "È troppo importante l'obiettivo sportivo, non c'è pensiero di quello che potrà succedere perché non lo sappiamo e quindi non è un problema che in questo momento ci tocca". Siamo assolutamente concentrati sul campo.

Quando poi Deli ha sbloccato il match con un tiro che ha trasformato in rete un prezioso cross di Mazzeo tutto lo stadio ha capito che la partita sarebbe stata in discesa. "È fondamentale, senza la paura non si va da nessuna parte, la paura ti dà attenzione che non ti fa commettere errori, non parlo di superficialità o leggerezza, però delle volte la paura non ti fa commettere errori e le partite le porta a casa la squadra che commette pochi errori". "Stanno bene fisicamente ma è chiaro che oltre all'aspetto tecnico e dei risultati si debba anche correre, ma sono sicuro che la squadra correrà".