Muore all'asilo a 19 mesi, shock a Bologna

Regolare Commento Stampare

Bologna - Un bambino di 19 mesi è morto nel pomeriggio di ieri, giovedì 12 aprile, mentre si trovava all'asilo nido, a Manerbio, in provincia di Bologna.

La tragedia all'asilo nido si è purtroppo consumata poco dopo.

Il bimbo respirava a fatica ed era molto pallido, inoltre il suo battito cardiaco risultava impercettibile.

Il piccolo è stato immediatamente caricato in ambulanza e qui è partita la corsa contro il tempo; ma durante il tragitto al nosocomio, Alessandro è morto. Le maestra hanno così subito chiamato il 118. Sul piccolo non c'erano segni di violenza e anche il cibo consumato a pranzo rispondeva a tutte le prescrizioni sanitarie.

I soccorritori si sono resi subito conto che la situazione era piuttosto grave [VIDEO], e per questo motivo hanno optato per l'immediato trasferimento del piccolo paziente all'ospedale di Bentivoglio. Per chiarire le cause della morte il pubblico ministero Roberto Ceroni ha disposto l'autopsia. "Non c'è altro da dire, se non esprimere la nostra vicinanza alla famiglia in questo momento terribile", ha dichiarato il primo cittadino. L'asilo frequentato dal piccolo, il "Mary Poppins" di via Savena Superiore, è una struttura privata che ospita circa 15 bimbi dagli zero ai tre anni ed è dotata di telecamere all'interno: i filmati verranno vagliati dagli inquirenti nel tentativo di ricostruire quanto accaduto. "Quando ci siamo accorti che Alessandro stava male, si sono attivate tutte le procedure per soccorrerlo".

Ora sarà l'autopsia a rivelare la causa della morte del bambino. Si è appreso che la sera prima, il bambino avrebbe avuto qualche linea di febbre, ma niente da destare particolari preoccupazioni.