Ilva, Fiom: "Trattativa solo per tagliare salari". Replica Fim: "Noi andiamo avanti"

Regolare Commento Stampare

Il vice premier Etienne Schneider ha annunciato che chiederà alla commissione europea di mettersi di traverso sulla vendita. Stamani mentre al Mise continuava il confronto con i sindacati, la società ha reso pubblico il pacchetto di cessioni presentato alla Commissaria Vestager, impegnata nella fasi di revisione dell'operazione di acquisizione. "L'azienda ha chiesto garanzie sulla parte variabile, - spiega - noi siamo disposti a discuterne purché le condizioni dei lavoratori rimangano invariate". "Obbligando ArcelorMittal a cedere siti produttivi in Europa la Commissione - sostiene Schneider - agisce contro gli interessi della politica industriale Ue poiché impedisce la nascita di un vero 'campione' della siderurgia europea in grado di competere sul mercato mondiale". Ce ne sono anche in Italia e, appunto, c'è quello lussemburghese di Dudelange. Assente il ministro Carlo Calenda.

Calenda non ha però partecipato all'incontro di oggi, una riunione durata meno di due ore e nuovamente interlocutoria ma forse con qualche spiraglio in più.

"Per quanto ci riguarda abbiamo ribadito che, a fronte di una eventuale esigenza formale di discontinuità dei rapporti di lavoro, per la Fiom deve esserci comunque una continuità sostanziale, cioè il mantenimento per tutti i dipendenti delle condizioni normative e salariali in essere - riferisce il sindacato - In assenza di queste condizioni, un accordo non è possibile". Restano invece da sciogliere i nodi sulla parte della retribuzione legata ai premi di produzione e di risultato che ArcelorMittal vorrebbe collegare con parametri diversi da quelli seguiti finora. Ad affermarlo è il Coordinatore nazionale gruppo Ilva della Fim Cisl, Valerio D'Alò al termine dell'incontro al ministero dello Sviluppo economico sul futuro dell'Ilva. i prossimi tavoli si terranno il 23 e 24 aprile. "La Commissione Europea dovrebbe raggiungere una decisione definitiva sul caso entro il 23 maggio 2018".