A processo il figlio di Gigi D'Alessio: avrebbe picchiato la domestica

Regolare Commento Stampare

Il figlio di Gigi D'Alessio, Claudio, 30 anni, è stato rinviato a giudizio dal Gup Clementina Forleo con l'accusa di violenza privata e lesioni.

L'accusatrice è Halyna Levkova, colf ucraina di 40 anni. Prima a parole, poiché secondo la donna ha risposto bruscamente: "È casa mia, faccio quello che mi pare". Ma Claudio D'Alessio, a quel punto, avrebbe scaraventato per terra i vestiti della donna, dicendole che non l'avrebbe pagata e che anzi avrebbe dovuto lasciare quella casa, spingendola anche contro il muro e minacciandola con una sedia.

A quel punto, come riporta il quotidiano "il Tempo", la donna avrebbe chiesto a Claudio D'Alessio di fare meno rumore perché non riusciva a dormire. Nella sua versione dei fatti la donna racconta che lavorava in nero per 15 ore al giorno "in condizioni inumane, al limite della schiavitù". Dopo aver fatto chiasso in piena notte con la fiamma dell'epoca, Nicole Minetti - era il 5 luglio del 2014 - avrebbe picchiato la domestica filippina per poi cacciarla di casa. Al San Filippo Neri i medici, il giorno dopo, le diagnosticarono lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.