Benevento-Juventus in streaming e in diretta TV

Regolare Commento Stampare

Double face Dybala. Per una Joya che si spegne tristemente in Champions League, una si accende e trascina la Juve in campionato. Benevento facilitato senza dubbio dalla pochezza del Verona, autore di una partita davvero senza anima, voglia e attenzione, e che dimostra di meritarsi la penultima posizione in classifica.

Non è passata inosservata la bellissima doppietta di Diabaté contro la Juventus che ha in un certo senso oscurato la tripletta di Paulo Dybala risultata decisiva nel 2-4 finale, dall'argentino ci si aspettano sempre prodezze e giocate d'alta scuola ma a stupire realmente in questo caso è stato l'attaccante del Benevento. Le gerarchie vengono ristabilite poco dopo quando sempre il solito Dybala trasforma in rete il rigore concesso dal signor Pasqua. Passa in vantaggio la Juve con un sinistro di Dybala che batte Puggioni su assist di Cuadrado. Fuori tutti i big: come Chiellini, Buffon, Douglas Costa, Khedira e Higuain.

Il Benevento però non si arrende: sullo sviluppo di un calcio d'angolo il tiro di Sandro è facile presa per Szczesny. Mercoledì c'è da rimontare lo 0-3 al Bernabéu, impresa difficilissima ma quantomeno da dover provare per non abdicare prima del previsto.

Poi è la Juve a giocare di rimessa, ripartenza, contropiede: confeziona Douglas Costa una splendida rete, che chiude i giochi dopo aver saltato i birilli giallorossi a scarsa protezione di Puggioni. Angolo dalla sinistra calciato da Viola per la testa di Diabate' sul palo lontano: il centravanti maliano sovrasta Benatia e firma il 2-2. "Siamo dei leoni feriti ma non siamo ancora morti", cerca di autoconvincersi il tecnico della Juventus alla vigilia della trasferta sannita. La Juventus esce vincitrice dal Vigorito di Benevento, senza però entusiasmare e soprattutto mostrando una fragilità difensiva vista in campionato solo una volta, a metà novembre nella sconfitta per 3-2 contro la Sampdoria. Poi ci è mancata un po' di personalità che credo sia dovuta alla tensione della partita.

BENEVENTO (4-3-3): Puggioni; Sagna, Djimsiti, Tosca, Venuti; Viola, Sandro (36' st Del Pinto); Djuricic; Brignola (18' st Cataldi), Diabaté (25' st Iemmello), Guilherme.

PANCHINA Brignola, Coda, Gyamfi, Billong, Volpicelli, Sanogo, Lombardi, Sperandeo. L'arbitro Pasqua annulla il gol per un fallo di mano dello juventino confermato dalle immagini del Var e ammonisce Mandzukic per proteste.

Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Lichtsteiner, Benatia, Rugani, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All.

Assistenti: sig. Daniele Biondoni di Venezia e sig. Addetti al Var, infine, La Penna e Schenone.

Benevento-Juventus non è un amichevole giovanile, non è uno scherzo o un pesce d'Aprile in ritardo.