Stampa Usa: Boeing attaccata dal virus WannaCry

Regolare Commento Stampare

Il virus Wannacry, di tipo ransomware, che agisce criptando i dati degli utenti e chiedendo un riscatto per rilasciarli, aveva infettato a maggio 2017 più di 100 Paesi.

Anche la Boeing è finita nel mirino degli hacker.

Il top manager ha mobilitato tutti gli esperti dell'azienda invitandoli a collaborare per mitigare l'effetto del virus. L'infezione avrebbe avuto origine a North Charleston, e sarebbe in continua diffusione. "La vulnerabilità era limitata a poche macchine: abbiamo distribuito patch software, non ci sono state interruzioni del programma 777 jet o di nessuno dei nostri programmi", ha affermato Linda Mills, responsabile delle comunicazioni per gli aerei commerciali Boeing. L'allarme è stato poi mitigato dalla compagnia, che in una nota ufficiale ha rassicurato: "Una serie di notizie sui problemi provocati dal malware sono esagerati e inaccurati".