Olimpiadi, il Coni candida Milano/Torino

Regolare Commento Stampare

"Dovendo ottemperare ad una scadenza formale indicata dallo stesso CIO e dopo numerosi incontri e contatti con i vertici del Comitato Olimpico Internazionale, il CONI ha manifestato questo intendimento attraverso una lettera con la quale viene indicata la candidatura della Città di Milano/Torino". La candidatura prevede una doppia città: a Torino, che ha già ospitato la kermesse nel 2006, si aggiunge Milano che è capoluogo lombardo e, naturalmente, universalmente conosciuta e riconosciuta a livello internazionale.

L'iscrizione al novero dei candidati arriva in un momento molto delicato per i giochi olimpici, ritenuti troppo costosi (vedasi l'edizione di Sochi 2014, costata 40 miliardi di dollari) e di scarso appeal.

Il CONI ha trasmesso al Comitato Olimpico Internazionale la candidatura della Città di Milano/Torino per le Olimpiadi invernali 2026.

In concreto però il CIO si è sempre opposto alla disputa dei Giochi in più città: la sede deve essere una, benché singoli eventi possano essere ospitati da strutture non all'interno della città assegnataria.

In questa fase, chiamata "Fase di Dialogo", il CONI collaborerà con le due città e il CIO per verificare la miglior soluzione che si adatti alle esigenze del Paese, considerando quindi la possibilità, nell'ambito di un progetto unitario, di allargare anche ad altri territori eventuali soluzioni per le differenti competizioni olimpiche.

"Prendiamo atto, con soddisfazione, della lettera del Coni che permetterà a Torino di accedere alla fase di dialogo con il Cio - è la replica di Appendino -". Al presidente del Coni Giovanni Malagò toccherà stare alla finestra e sperare che il premier che verrà sia favorevole alla candidatura congiunta di Milano&Torino per le Olimpiadi Invernali 2026. Ora procediamo con il lavoro dell'Associazione Torino 2026 per elaborare le condizioni di fattibilità"."Bene. "La data per la presentazione delle manifestazioni d'interesse è il 31 marzo - ricorda Zaia in una nota - e per quella data confermo che sarà presentata la manifestazione d'interesse, con Cortina capofila, del complesso Dolomiti-Unesco a ospitare le Olimpiadi invernali, a 70 anni dallo svolgimento del 1956 e nei termini concordati con i colleghi Presidenti del Trentino, Ugo Rossi, e dell'Alto Adige, Arno Kompatscher".