Lotta all'abusivismo, la Polizia di Stato di Assisi denuncia tre stranieri

Regolare Commento Stampare

Dall'attività d'indagine della Polizia di Stato di Torino, coordinata dalla Procura di Torino, è emerso come il materiale jihadista acquisito da HALILI sul web in lingua araba o inglese veniva poi da lui meticolosamente tradotto e/o rielaborato in italiano con lo specifico fine di utilizzarlo nella sua attività apologetica e di proselitismo in favore della jihad. Gli agenti si sono immediatamente prodigati con segnalazioni luminose per fare rallentare la velocità delle auto in transito riuscendo, così, a recuperare i tre cuccioli ed a metterli in salvo a bordo della pantera.

Inoltre sono stati sequestrati 16 dosi di droga.

In totale sono state controllate 179 persone, di cui 7 accompagnate in questura per ulteriori accertamenti volti al riscontro della regolare permanenza sul territorio nazionale e all'eventuale adozione di provvedimenti di espulsione.

Nella mattina di ieri è stato altresì effettuato un servizio coordinato con l'impiego della Squadra Volanti e i Reparti Prevenzione Crimine un servizio preordinato al contrasto del fenomeno dei parcheggiatori abusivi. In particolare sono state elevati una serie di contravvenzioni per occupazione di suolo pubblico, nonché sanzionati gli abusi relativi all'utilizzo improprio della licenza itinerante, con sequestro di merce.

I servizi di controllo del territorio, costituente una priorità per la Polizia di Stato, continueranno nei prossimi giorni con maggiore intensità in tutta la zona cittadina.