Fallimento Palermo rigettato: conti in regola

Regolare Commento Stampare

Il Tribunale di Palermo ha respinto l'istanza di fallimento del Palermo Calcio presentata dalla Procura.

Buone notizie per il Palermo e i tifosi rosanero. Lo scrivono i giudici Giovanni D'Antoni, Giovanni Sidoti e Raffaella Vacca nelle motivazioni della sentenza di rigetto dell'istanza di fallimento del Palermo avanzata dalla Procura. Una decisione che era nell'aria già dopo l'udienza dello scorso 21 marzo.

Il presidente Zamparini può così tirare un sospiro di sollievo, andare avanti e pensare esclusivamente alla stagione in corso ed alla sfida di stasera contro l'Entella. I magistrati hanno quindi accolto la tesi della società sulla situazione debitoria ma probabilmente anche sulle operazioni finanziare legate alla doppia vendita del marchio e che il club ha sempre negato essere fittizie. Si volta pagina. La mente, adesso, sarà assorbita esclusivamente dalle vicende che riguardano il campo: "Da oggi - conclude il presidente - le nostre energie potranno concentrarsi sull'importante obiettivo della promozione in Serie A". Non resta, dunque, che sperare bene per il proseguo del campionato e continuare a sostenere la squadra.