Sea of Thieves: la tassa per tornare in vita non sarà implementata

Regolare Commento Stampare

Ovviamente, più la morte sarebbe stata evitabile, maggiore sarebbe stato il prezzo da pagare per tornare in vita.

Gli sviluppatori, dopo aver ascoltato i feedback dei giocatori, hanno deciso di annullare l'update che avrebbe implementato una tassa al momento della resurrezione.

I giocatori non hanno accolto molto bene la notizia e Joe Nate, produttore esecutivo di Rare, ha infine annunciato che la tassa sulla morte non sarà proprio implementata nel gioco.

"Un altro feedback che abbiamo letto riguarda la nostra proposta di modifica elencata nelle note di release della scorsa settimana. Grazie per le vostre oneste risposte e per la discussione su questo". "Continueremo ad ascoltarvi." ha svelato Rare in un nuovo post pubblicato sul sito ufficiale.

Come vi avevamo informato pochi giorni fa, Rare aveva intenzione di introdurre una tassa in oro all'interno di Sea of Thieves.

Nel medesimo aggiornamento, Rare ha detto che prenderà dei provvedimenti per evitare il problema di "griefing", ossia evitare che i giocatori vengano uccisi più volte dalla stessa nave o dallo stesso utente dopo un respawn.