Roma, Monchi: "Il Barcellona non è solo Messi. Possiamo sognare"

Regolare Commento Stampare

Per la Roma si prospetta dunque un nuovo mercato da protagonista. A volte guardo anche riassunti o video che mi prepara il mio staff. "Siamo molto affiatati, io da lui sto imparando molto".

Il suo sistema di gioco è sempre il 4-3-3?

Nell'urna erano le due squadre più pericolose a livello di qualità, curriculum e stato di forma. In cosa lo vede migliorato anno dopo anno? La sua brutta stagione ha fatto crollare le azioni: l'estate scorsa il Sassuolo lo valutava 50 milioni, cifra che aveva scoraggiato qualunque ammiratore, mentre adesso lo venderebbe a meno della metà. "Ma il Barcellona non è solo Messi". Messi rispetto agli anni scorsi ha capito l'importanza del collettivo, è diventato un giocatore perfetto.

Quale può essere la chiave per la Roma nella doppia sfida contro il Barcellona?

Nell'essere il più possibile fedeli alla strategia che il mister preparerà per affrontare la gara. Se quello che disegna nella sua testa e plasma in allenamento si vedrà, avremo una strada lunga lunga da percorrere.

A Barcellona si dà quasi per scontato il passaggio alle semifinali.

Ho visto alcune prime pagine, ma non è mia intenzione farlo.

Sul talento del Bologna, Simone Verdi, irrompe la Roma che sfrutta la mancata chiusura del Napoli, con il ds Monchi che lo ha messo nel mirino per la prossima sessione di calciomercato. Non è il momento di far uscire altro. Tutto è stato già detto.

È cresciuto molto. Non ha subito nessun gol in casa in Europa e in Italia ha concluso 17 partite senza prendere reti. "Sta crescendo molto, la sua sicurezza si trasmette ai compagni".