Raiola: "Guardiola è un vigliacco. Si comportò male con Ibrahimovic e Maxwell"

Regolare Commento Stampare

Dopo che ad inizio settimana aveva definito la Nazionale italiana scarsa e aveva apostrofato Di Biagio come uno che non ha il carattere di chiamare in Nazionale Balotelli e affidare la porta a Donnarumma pensionando Buffon, l'agente italo-olandese di Ibrahimovic, Pogba ed altri grandi talenti del calcio italiano ed europeo ha speso parole di fuoco per un vecchio nemico Pep Guardiola, il tecnico che si appresta a vincere la Premier League con il Manchester City ma per cui Raiola ha solo parole negative...

"Come allenatore è fantastico ma come persona è zero". Ai microfoni del Daily Mirror, infatti, il noto procuratore ha riservate parole di certo poco lusinghiere nei confronti dell'attuale allenatore del City. Ha detto a Ibrahimovic di andare da lui se avesse avuto problemi o lamentele, ma poi lo ha semplicemente ignorato e non lo faceva giocare. Non lo ha nemmeno salutato quando lo hanno ceduto. Ma Guardiola non ha mai preso in considerazione Zlatan dato che era sempre in panchina. "Guardiola ha fatto lo stesso anche con Maxwell, che è un ragazzo adorabile, così dissi a Zlatan di andare a parcheggiare la sua Ferrari nel posto dell'allenatore". Durante la finale di Champions nel 2011 sono andato a Wembley a cercarlo nei corridoi. Adriano Galliani, presidente del Milan (amministratore delegato, ndr), mi ha fermato. Lo United ha speso 100 milioni di sterline, ma penso che ne avrebbe dovuti pagare 200. Per fortuna di Guardiola. "Il Manchester si è salvato pagandone solo 100".