Pellegrini suona la carica: "Ora basta veder vincere gli altri"

Regolare Commento Stampare

Dobbiamo ricominciare, senza crearci troppi problemi che secondo me non esistono.

Il centrocampista della Roma continua: "Siamo forti, dobbiamo solo fare gruppo e crescere insieme: dobbiamo farlo per noi, per l'Italia e per l'orgoglio". Ci siamo stancati di vedere vincere sempre gli altri e possiamo crescere come modo di vedere il calcio anche se il movimento è in difficoltà negli ultimi anni. Non è semplice, ma il lavoro paga sempre. "I vari Lo Celso, Bustos e Lanzini non hanno molto più di noi, se non un po' di esperienza internazionale". "La mancata qualificazione deve essere il punto di ripartenza". "Ora abbiamo più tempo degli altri, cerchiamo di sfruttarlo al massimo". "Ci ha detto che è stato contento dell'atteggiamento mostrato nel secondo tempo contro l'Argentina". "Buffon è un capitano vero - le sue parole -, ti fa sentire a tuo agio, ti aiuta in qualsiasi momento, ti da' serenità. Le critiche? È un professionista, è abituato alle pressioni".

Infine, su Di Biagio e Buffon: "Il mister è carico e ha voglia di dimostrare le sue e le nostre qualità".

Queste le dichiarazioni del centrocampista della Roma in conferenza stampa, riportate dalla Gazzetta dello Sport: "Al mio futuro non ho pensato, ma non dipenderà dalla qualificazione in Champions della Roma". De Rossi e Totti in giallorosso si sono tolti le loro soddisfazioni e dicono che vincere a Roma vale dieci volte di più che vincere altrove. Certo per un giovane è importante poter giocare ad alti livelli, ma a Roma sto bene.