Virginia Raggi e l'importanza della "Carta al tesoro"

Regolare Commento Stampare

Organizzato da Comieco, in collaborazione con la Federazione della filiera della carta e della grafica, Assocarta e Assografici e con il patrocinio del ministero dell'Ambiente, Anci, Fise Assoambiente, Unirima e Utilitalia, il 'porte aperte' dell'industria del riciclo di carta e cartone è arrivato quest'anno alla sua 17esima edizione, coinvolgendo più di 18.500 italiani curiosi di scoprire le mille vite della carta. In occasione del Mese del riciclo della Carta, è in programma sabato 24 a Roma e domenica 25 marzo a Napoli un'iniziativa volta a far conoscere le regole per un corretto riciclo e il valore di carta e cartone in una gara divertente a cui tutti possono partecipare. "Per le strade della Capitale, i partecipanti organizzati in squadre si sfideranno a colpi di quiz per scoprire quanto prezioso è il loro contributo ad una corretta raccolta differenziata e per conquistare uno dei premi in palio", spiega la sindaca. La partenza della 'caccia' è presso i due Centri di Raccolta Ama di viale Palmiro Togliatti 69, a Cinecittà, e di via Mattia Battistini 537, nel XIV Municipio.

"Carta la Tesoro" vuole essere un modo per avvicinare i cittadini al tema del riciclo e informarli sulle qualità e potenzialità dei materiali a base cellulosica, il tutto attraverso un gioco e una divertente gara.

Con iscrizione gratuita e premi in buoni spesa, la sfida consiste in spostamenti e tappe da superare, domande sul riciclo e ricompensa per le prime tre squadre, rispettivamente di 1.500, 1.000 e 500 euro. Nel 2017 la raccolta differenziata di questi materiali presso negozi e attività commerciali è aumentata del 20% rispetto al 2016 e del 35% rispetto al 2015. "A Roma ne raccogliamo circa 240mila tonnellate all'anno. E a dimostrazione che la raccolta e il riciclo non apportano solo benefici ambientali ma anche economici, le quantità raccolte in più potrebbero corrispondere, rispettivamente, a 25 milioni di euro per Roma e quasi 6 milioni di euro per Napoli considerando i corrispettivi riconosciuti da Comieco per la raccolta e il costo del mancato smaltimento".

Che aspettate romani e napoletani, pronti per un week end diverso?