Enel: utili e ricavi in crescita, titolo in flessione a Piazza Affari

Regolare Commento Stampare

Nel 2017 i ricavi dalle attività operative correnti della compagnia greca Mìnoan Lines, del gruppo Grimaldi, sono risultati pari a 79,5 milioni di euro, con un incremento del 27,3% rispetto a 62,4 milioni del 2016.

L'utile netto ordinario, si legge nel progetto di bilancio approvato dal cda, cresce del 14,4% a 3,709 miliardi, sopra a quanto previsto dalla guidance del piano con i ricavi che aumentano del 5,7% a 74,639 miliardi grazie ai maggiori ricavi di vendita e trasporto di energia elettrica e alle maggiori attività di trading di energia elettrica, oltre che per un effetto cambi positivo.

L'Indebitamento finanziario netto di 37,4 miliardi si confronta con i 37,5 miliardi a fine 2016. Il titolo Enel a Piazza Affari è in leggera flessione e perde lo 0,25% a 4,784 euro.

Risultato netto di Gruppo balza anno su anno del 47%. All'assemblea dei soci verrà proposta la distribuzione di un dividendo complessivo pari a 0,237 euro per azione (di cui 0,105 euro per azione corrisposti quale acconto a gennaio 2018). L'incremento del risultato a perimetro costante (+0,4%) è frutto della strategia di internazionalizzazione e diversificazione di prodotto in un contesto italiano di mercato che registra anche nel 2017 sul latte la perdita di ulteriori volumi (dati di mercato: -3,5% sul fresco e -2,3% sul latte UHT vs ap - fonti:IRI Infoscan Iper+Super+LSP - AT 2017). In prospettiva - continua Starace - restiamo focalizzati sull'attuazione della nostra strategia. Infine sono previste semplificazione del Gruppo e gestione attiva del portafoglio con acquisizioni di partecipazioni di minorities e incremento dell'obiettivo di investimento a 2,3 miliardi di euro nel periodo 2018-2020, creazione di valore sostenibile nel lungo termine - come energia pulita e lotta contro i cambiamenti climatici - e remunerazione degli azionisti con un pay-out del 70% sull'utile netto ordinario di Gruppo dal 2018 in avanti.