Redditi 2017, Valeria Fedeli il "paperone" dei redditi dichiarati

Regolare Commento Stampare

Come nel 2016, nel governo Gentiloni la più "ricca" è la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli, che nel 2017 ha dichiarato 182.016 euro. La più "povera" invece è la ministra della Salute Beatrice Lorenzin con 91.888 euro. Nel 2017 la Fedeli ha dichiarato 182.016 euro, seguita da Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo, con 166.264 euro. Il presidente del Senato e leader di LeU, Pietro Grasso ha avuto un reddito imponibile di 321.195 euro, in calo rispetto ai 340.563 euro del 2016. Per quanto riguarda la guida del governo, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni lo scorso anno ha dichiarato 107.401 euro, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha dichiarato 104.435 euro e il titolare del dicastero delle Infrastrutture, Graziano Del Rio, 102.890 euro, seguito dal ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti con 101.006 euro. Il ministro per la coesione territoriale Claudio De Vincenti dichiara invece 97.607, seguito dalla sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Paola De Micheli che dichiara 98.398 (e che dice di possedere titoli azionari del Banco di Napoli e di Mediolanum) dall'ex ministro dell'Agricoltura (dimessosi recentemente per diventare reggente del Pd) Maurizio Martina con 98.441 euro e dal ministro dello Sport Luca Lotti con 98.471; il ministro degli Affari Esteri Angelino Alfano ha invece dichiarato 98.478, la ministra della Difesa Roberta Pinotti ne ha dichiarati 96.458 mentre la collega Marianna Madia 99.519 e l'ex ministro degli Affari regionali Enrico Costa, che si è dimesso a luglio del 2017, 99.583. Il vicepresidente della Camera e leader di M5s Luigi Di Maio ha dichiarato 98.471 euro, identico a quello dell'anno prima. Questo è quanto emerge dalla documentazione patrimoniale pubblicata sul sito del Parlamento. Il loro reddito è cresciuto rispetto al 2016.

Non è la classifica di Forbes, ma l'elenco dei redditi dei politici italiani susciita inevitabilmente curiosità e confronti.

Dopo aver sbirciato i redditi dei leader, passiamo alla squadra di governo. Seguono Laura Bottici con 99.699 euro, Nicola Morra che dichiara 99.465 e Carla Ruocco che si piazza a quota 94.239. Anche l'ex segretario Pd Matteo Renzi ha presentato i suoi dati, registrando un lieve aumento rispetto all'anno scorso: ha guadagnato 107.100 euro contro i 103.283 del 2013. Ci sono poi i tre 'paperoni' del Parlamento: Niccolò Ghedini (1.623.533 euro), Giulio Tremonti (2.111.533 euro) e Renzo Piano (2.990.294 euro, di cui gran parte dichiarata in Francia). Mentre Alessandro Di Battista, altro big del M5S che però ha deciso di non correre per un secondo mandato, ha dichiarato redditi per 113.417 euro.

Ammonta a 420.807 euro il reddito imponibile di Beppe Grillo, garante del Movimento 5 stelle, in base alle ultime dichiarazioni patrimoniali rese note da Senato e Camera.