Una turista russa ha partorito nel Mar Rosso: ecco le incredibili foto

Regolare Commento Stampare

L'inizio della vita catturata per caso: è quanto accaduto a una cittadina egiziana mentre era affacciata dal balcone di una casa sul Mar Rosso a Dahab, cittadina sulla costa sud-orientale della penisola del Sinai. L'evento è stato infatti immortalato da un'abitante della zona che con il suo smartphone ha scattato delle fotografie, postate poi in un secondo momento all'interno dei social.

Una sequenza di foto che racconta un parto fuori dall'ordinario. Fotografata anche la mamma del piccolo che, a vedersi, sembra uscire dall'acqua dopo il parto tranquilla, come alla fine di un normalissimo bagno a mare.

Nella prima immagine si vede il padre che tiene il piccolo in braccio, con il cordone ombelicale ancora attaccato alla placenta (posizionata dentro a un contenitore arancione). E i motivi sono tanti: primo fra tutti è il rilassamento indotto dall'acqua che favorisce la produzione di endorfine, le quali svolgono anche un effetto analgesico. A differenza della turista russa, tuttavia, generalmente le donne che partoriscono in acqua lo fanno in apposite cliniche dotate di vasche da 600 litri. Si dice che partorire in acqua aiuti a percepire meno il dolore per la partoriente e sia meno traumatico per il nascituro. Insomma, i benefici del parto in acqua sono davvero numerosi, probabilmente nell'acqua salata il tutto sarà stato ancor più emozionante.