Una molotov lanciata nelle stanze dell'Università Federico II, inchiesta sull'intimidazione

Regolare Commento Stampare

Un principio di incendio, di natura dolosa, è divampato questa mattina in una stanza del personale amministrativo dell'università "Federico II" di Napoli. In via precauzionale la stanza dove è stata rinvenuta la molotov è stata evacuata.

Secondo quanto si apprende è stato un impiegato ad aver ritrovato un innesco: sul posto sono giunti polizia e vigili del fuoco. E' stato l'usciere al secondo piano ad avvistare del fumo sotto la scrivania del corridoio, all'esterno degli uffici amministrativi.

Incendio doloso all'Università
Qui è partito il fuoco

Sulla vicenda indagano gli agenti della Digos della questura di Napoli.

Fiamme all'università "Federico II" di Napoli, nella sede di corso Umberto I, a Napoli. "Nonostante siano ancora da appurare le motivazioni e la dinamica del dolo - si legge nella nota -, riteniamo necessario testimoniare la vicinanza della comunità studentesca, ai lavoratori ed agli studenti che quotidianamente frequentano i luoghi universitari e ci uniamo tutti a difesa della tenuta democratica delle istituzioni". Subito informato dell'accaduto, il rettore dell'Università Gaetano Manfredi ha manifestato tutto il suo sgomento: "È un fatto gravissimo".