Regione, si dimettono due assessori e chiedono l'azzeramento della Giunta

Regolare Commento Stampare

Di Matteo e Gerosolimo chiedono contestualmente al presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, di azzerare la Giunta. La decisione è stata presa dopo l'analisi del voto alle elezioni politiche in considerazione della perdita di "fiducia da parte di 180 mila abruzzesi". "L'azione intrapresa sulla sanità, sul riequilibrio dei territori, sull'utilizzo dei fondi strutturali, sulla riorganizzazione delle società partecipate e sulle tematiche ambientali, ad esempio, è sicuramente apparsa poco coraggiosa e poco rappresentativa delle istanze e dei sentimenti degli abruzzesi".

L'assessore regionale Donato Di Matteo (PD). "È chiaro che il voto del 4 marzo richiede un'analisi approfondita per concordare cosa è necessario fare, senza escludere alcuna soluzione". "Sempre nella missiva a firma dei due funzionari della Regione si legge come i 'tempi e i termini di erogazione delle risorse finanziarie, necessarie per assicurare la realizzazione dell'investimento da parte del Concedente, sono comunque subordinati, senza che il concessionario possa nulla pretendere per eventuali ritardi nell'erogazione delle anticipazioni.dai tempi di afflusso delle disponibilità esistenti'". Invito i due assessori ad essere all'altezza dei momenti che in politica si vivono, quando si vince, ma soprattutto quando ci sono le difficoltà.

L'Agenzia per la Coesione territoriale ha sbloccato un fondo di 3 milioni 476mila euro - derivante dalle economie del Fondo Coesione Sociale 2007-2013 - che sarà utilizzato per finanziare 9 interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico in altrettanti Comuni abruzzesi.

Febbo (FI): "Il governo regionale è finito" - "Che la Giunta D'Alfonso fosse arrivato al capolinea lo avevamo capito da tempo". Si è conclusa definitivamente il ciclo di D'alfonso.

Questo il commento dei consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri che sottolineano quanto segue: "Le opere delle amministrazioni comunali inserite all'interno del Masterplan dovranno aspettare ancora tempi lunghissimi e forse tempi biblici". Il centrosinistra ha fallito. "Il centrodestra è già pronto".