Padoan alla riunione Ecofin"L'Italia è un elementodi incertezza per Moscovici"

Regolare Commento Stampare

"Lo stesso commissario Moscovici - ha aggiunto Padoan - nell'introdurre la discussione sullo stato dell'economia ha parlato dell'Italia come un elemento di incertezza, cosa abbastanza ovvia da fare".

Sul giudizio definitivo della Commissione europea sui nostri conti pubblici, il ministro ha chiarito: "ci sono stati casi di altri Paesi in cui si è atteso l'arrivo di un nuovo Governo prima di esprimere un giudizio definitivo, mi sembra che da parte della Commissione ci siano tutti gli estremi per facilitare questa transizione". Il ministro uscente dell'Economia Pier Carlo Padoan afferma di aver "presentato tutte le possibili opzioni" ai colleghi dell'Eurogruppo, ieri sera, e all'Ecofin, stamattina, per l'evoluzione del quadro politico italiano.

Entro il prossimo 10 aprile andrà consegnato alle camere il Def, il Documento di economia e finanza che stabilisce la politica di bilancio. Per informarli, ha proseguito Padoan, del lavoro che in Italia "stiamo facendo sulla scrittura di un documento di quadro macro tendenziale e del fatto che implicitamente, finché non ci sarà un nuovo governo, la Commissione deve attendere l'invio del documento programmatico che è compito nuovo governo redigere". Un documento, ribadisce il titolare del Tesoro, "tendenziale", che "non ha nessun contenuto di policy". Il che "non significa emendare il documento, ma affiancarlo ad ulteriori documenti di indirizzo che ogni parlamentare riterrà di rendere pubblici".