Inter-Napoli, Sarri: "Non fatemi più domande sulla Juve". Poi va via…

Regolare Commento Stampare

Non c'è la festa che l'Inter meritava perché il cuore è straziato dalla morte di Davide Astori e di Gianmarco Moratti, fratello di Massimo, cui San Siro dedica un interminabile minuti di silenzio con le toccanti immagini dello sfortunato capitano viola che fanno venire le lacrtime agli occhi. "Ha fallito un tiro, che probabilmente è stata l'occasione più importante della serata, ma Lorenzo sta facendo una stagione strepitosa".

Al Napoli era chiesta una prova di maturità, una vera reazione dopo la batosta presa in casa contro la Roma ma il muro difensivo interista ha inibito la manovra offensiva degli azzurri. In questa maniera Luciano Spalletti ha voluto parlare da Empoli a proposito dell'ultimo match disputato dall'Inter.

La heatmap di Rsfinha contro il Napoli: il trequartista brasiliano è stato molto presente in tutte le zone del campo.

Al momento la posizione di Spalletti è solida, ma se il tecnico di Certaldo dovesse fallire l'obiettivo, mancando la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, allora le strade del tecnico toscano e dell'Inter potrebbero anche separarsi, nonostante un contratto in scadenza nel giugno del 2019.

Ieri sera, ma non è la prima volta, la prestazione di Ivan Perisic è stata piuttosto deludente. L'errore di Insigne sotto porta?

L'Inter è disposta bene in campo, si difende sull'asse Skriniar-Miranda, contiene il Napoli, fa un buon pressing, riesce a sfruttare gli spazi per tentare la ripartenza e non concede nulla. Poi la stoccata a Cancelo: "Sa stare a destra e a sinistra, anche se si lamenta in qualsiasi posizione lo faccio giocare". "Noi abbiamo fatto un pessimo periodo, ma in generale non abbiamo mai giocato un grandissimo calcio, il Napoli ha qualità". L'occasione più nitida alla fine la costruisce l'Inter con Skriniar che di testa colpisce un palo da distanza ravvicinata. Serve più convinzione, anche quella dell'allenatore però. L'importanza del risultato, il tentativo di Spalletti di limitare l'avversario più dotato tecnicamente e l'equilibrio quasi permanente hanno pilotato il primo tempo su un risultato a reti inviolate, che è rimasto pure alla conclusione della gara. La battuta con cui il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha risposto a una domanda della giornalista Titti Improta dell'emittente campana campana Canale 21, ha scatenato la reazione dell'Ordine dei giornalisti della Campania. I giochi di forza sono cambiati, adesso è il Napoli a dover guardare verso l'alto.