Juventus-Udinese, Oddo: "Loro troppo forti. Lasagna è fondamentale, ci manca"

Regolare Commento Stampare

Le parole di Massimo Oddo, tecnico dell'Udinese: "Oggi è venuta fuori la qualità della Juve, squadra che ha grandissimi campioni in grado di fare la differenza ogni volta che serve, da parte nostra era difficile fare di meglio". Prima la punizione nel sette, poi la rete da opportunista sul servizio di Higuain. Settimana determinante per lo scudetto: La Juventus arriva dalla preziosa vittoria sul campo della Lazio con gol prodezza del ritrovato Dybala al 93′ e soprattutto dall'epica partita di Wenbley dove i Bianconeri hanno ribaltato il risultato di 1-0 con Higuain e Dybala e ottenuto una storica (per come maturata) qualificazione ai quarti di Champions League. La squadra di Allegri continua a viaggiare su ritmi pazzeschi, contro l'Udinese è infatti arrivata la 23^ vittoria in 27 gare, che potrebbero diventare 24 successi in 28 partite qualora dovessero arrivare i tre punti anche nel recupero in programma mercoledì prossimo contro l'Atalanta. Mancano ancora molte partite e c'è bisogno di tutti. "Sta crescendo, ha fatto bene". "Dobbiamo dare molto di più di quello che danno loro per raggiungere il nostro obiettivo", l'analisi di Oddo, consapevole della difficoltà dell'impegno.CORAGGIO FRIULANO "Ci vuole una partita di sostanza, ai miei ragazzi chiedo di avere coraggio", aggiunge. Il modulo preferito dovrebbe essere il solito 4-3-3, con il polacco in porta, difesa a quattro composta da Benatia e Chiellini centrali, con De Sciglio a destra ed Asamoah a sinistra; centrocampo composto da Pjanic nel ruolo di play maker, con Marchisio e Matuidi esterni. Purtroppo lui ha sbagliato, ma non cambia niente perché se la prossima partita segno e poi c'è un rigore, lo lascerò comunque a lui. Ora la squadra di Allegri è chiamata al sorpasso sul Napoli in campionato. La voglia di combattere non è mancata, ma su questo campo devi prenderti più responsabilità, chiudere gli spazi e ripartire subito, sono arrivati pochissimi palloni per cercare di combinare qualcosa. Nella ripresa si è fatto perdonare con l'assist per la doppietta di Dybala. Gli è rimasto il campionato, è normale che puntino tutte le forze sul campionato.

Con il passare dei minuti però la squadra di Allegri prende le misure agli avversari e al 20' passa in vantaggio grazie a un gioiello di Dybala su punizione concessa per un brutto fallo di Angella su Higuain.